Kalākaua, il Re Felice che salvò la hula

Kalakaua è il suo nome
un fiore che mai sbiadisce al sole
fiorisce sulla cima
del monte Mauna Kea.

– He mele inoa no Kalākaua –

 

David Laʻamea Kamanakapuʻu Mahinulani Nalaiaehuokalani Lumialani Kalākaua nacque ad Honolulu il 16 novembre 1836 da nobile famiglia.

Era perfettamente bilingue, studiò legge e prima dei vent’anni era entrato nell’entourage di Kamehameha III. A lui faceva riferimento l’organizzazione politica dei “Giovani Hawaiiani”, il cui motto era “Hawaii per gli hawaiiani”.

L’ultimo sovrano della dinastia Kamehameha, Kamehameha V, si spense, senza eredi, il 12 dicembre 1872.

Poiché non aveva designato un successore, la consuetudine voleva che questo venisse nominato tra gli ali’i (capi di alto rango) tramite elezioni.

Kalākaua, tra gli aspiranti, si ritrovò a contendere il titolo al favorito, William C. Lunalilo, cugino di Kamehameha e di rango superiore al suo, rivolgendo agli hawaiiani uno scritto accorato e poetico dal sapore antico:

O mio popolo! Coltivatori dei tempi antichi! Sollevatevi! Questa è la voce!
O genti di tutte le tribù, mio antico popolo!

Popolo che si è preso cura e ha costruito il regno di Kamehameha, sollevati!
Questa è la voce.
Lasciate che vi guidi, mia gente! Non farò nulla che si opponga alla legge e alla pace del regno.
Non cedete e votate.

Non lasciate che a guidarvi siano stranieri; non furono loro a sostenerci nelle avversità, a costruire la nazione.
Non lasciatevi forviare dai loro falsi insegnamenti!

Nonostante Lunalilo sembrasse il favorito, fu Kalākaua a salire al trono.

Durante il suo regno attuò una politica conservatrice e nazionalistica, cercando di limitare il più possibile l’ingerenza dei grandi commercianti stranieri nominando membri delle popolazioni native all’interno del governo del regno. Contemporaneamente ristabilì la hula (patrocinò i danzatori e fu lui stesso musicista e compositore), le tradizioni artistiche e le arti marziali native.

Nel 1881 lasciò le Hawaii e divenne il primo monarca al mondo a compiere un viaggio diplomatico, con l’intento di stabilire rapporti diplomatici con gli altri stati e di studiare le differenti modalità di governo.

Kalākaua visitò gli stati uniti, il Giappone, la Cina, il Siam, l’India, l’Egitto e buona parte dell’Europa…

In Svezia venne insignito della Gran Croce dell’Ordine Reale di Vasa.

La hula kahiko del video qui sopra è dedicata al suo viaggio diplomatico negli Stati Uniti.

Nel 1887 fu costretto dalle pressioni americane a concedere la cosiddetta Costituzione delle Baionette, che limitava fortemente il potere dei regnanti e trasformava il paese in una monarchia costituzionale.

Kalākaua morì nel 1891.

A succedergli fu la sorella, Lili’uokalani.

In onore di Kalākaua si celebrano le Merrie Monarch, Festival di Hula che si tiene ogni anno a Hilo dal 1963.