Due miti sull’origine della Hula

shipwrecks-beach-kauai-origini-hula-danza-hawaiiana-club-magica-milanoIn un tempo fuori dal tempo, quando la Terra e gli Oceani erano più giovani, Pele, dea del fuoco e dei vulcani, chiese alla giovane sorella Laka di intrattenerla in una giornata troppo quieta.
Laka allora si levò in piedi e prese a muoversi dolcemente.
Le sue movenze narrarono a Pele storie dei tempi andati, rappresentarono i venti che turbinavano in cerchio guidati dalla dea Laama’oma’o. Con i fianchi e con le braccia aggraziate, Laka descrisse gli alberi e i fiori delle foreste, le cascate cristalline e le stelle della notte.
Rese onore a Kuula, dio del mare, ondeggiando al canto ritmico dell’oceano.
E Pele applaudì affascinata.
Così nacque la Hula, trasmessa agli uomini dalla dea della danza e della guarigione Laka.
E poiché era un dono divino, era sacra e i danzatori erano sacerdoti che donavano se stessi alla dea e dedicavano alla danza sacra le loro vite.

 

La nascita della hula a Puna (Big Island)

Puna danza nel vento,
Danzano le radici di hala a Kea’au
Danza Hā‘ena insieme ad Hōpoe
Danzano le donne in riva al mare di N
ānāhuki
Una danza di gioia in riva al mare di Nānāhuki

Puna è il luogo in cui il mare risuona attraverso gli hala
La voce del mare cresce
i boccioli di lehua sbocciano
e si scorgono le danze gioiose di Hōpoe,
colei che danza ondeggiando in riva al mare,
Una danza di gioia in riva al mare di Nānāhuki.
In onore di Hi’iaka, cullata nel seno di Pele.

Hi’iaka, dea della guarigione sciamanica, nacque da un uovo, che sua sorella Pele portò con sé e custodì fino alla nascita. Per questo motivo uno dei nomi con cui era conosciuta era Hi’iaka’ikapoli’oPele, Hi’iaka*, cullata nel seno di Pele.
Cresciuta nelle foreste incontaminate dell’Isola Grande, sua compagna di giochi fin dall’infanzia fu Hōpoe la poetessa, i cui canti celebravano la bellezza e la potenza della natura.
Osservando gli alberi muoversi al vento, il veleggiare delle nuvole, la danza delle ombre e delle luci, Hōpoe imparò la hula.

Fiore di lehua

Fiore di lehua

Hi’iaka, o Laka, era venerata come dea della danza. Negli hālau**, la sua immagine era incoronata di lei (le ghirlande di fiori hawaiiane), nei tempi più antichi i danzatori erano suoi sacerdoti e la hula aveva un significato magico-rituale che ha smarrito nei tempi moderni.

* nelle leggende hawaiiane il nome Hi’iaka viene attribuito a diverse figure divine femminili. Erano chiamate Hi’iaka le sorelle di Pele, coloro che sorreggono le nubi sui fianchi.

** La parola hālau significa letteralmente: “il ramo da cui crescono molte foglie”. Con questo termine gli hawaiiani indicano tanto un luogo di trasmissione del sapere quanto l’insieme degli apprendisti guidati da un maestro.
Gli hālau più noti sono gli hālau hula, le scuole di danza in cui un kumu (maestro) condivide le proprie conoscenze con gli ‘olapa (danzatori) e gli haumana (studenti).