Ninna nanna cosacca

Dormi, mio bel bambino,
ninna nanna, ninna nanna
La luna chiara veglia silenziosa
sulla tua culla.
Ti narrerò storie,
Canterò per te una canzone.
Dormi, chiudi gli occhi,
ninna nanna, ninna nanna.

Il Terek scorre nel suo letto roccioso
e le sue onde scure rumoreggiano;
un sinistro brigante striscia lungo le rive
affilando la sua daga;
ma tuo padre è un vecchio guerriero
temprato da molte battaglie;
perciò dormi sereno, piccolino,
ninna nanna, ninna nanna

Un giorno tu stesso
conoscerai la vita dei soldati,
con fierezza poggerai i piedi sulle staffe
e brandirai il tuo fucile.
La tua sella da battaglia
l’adornerò io stessa di seta,
dormi, piccino mio, dormi,
ninna nanna, ninna nanna.

Avrai l’aspetto di un valente guerriero
e l’anima di un vero cosacco.
Ti guarderò partire, andare incontro al tuo cammino,
e tu mi saluterai con un gesto della mano
Quante lacrime silenziose
verserò la notte che partirai,
dormi, angelo mio, dolcemente
ninna nanna, ninna nanna