Stelle cadenti

stelle cadenti

A partire dalla fine di giugno nel cielo notturno cominceranno ad apparire le stelle cadenti.

Mentre sono celebri quelle di agosto, quest’anno sono ben visibili anche altri sciami. In questi giorni ad esempio sarà la volta delle Bootidi e delle Scorpidi -Sagittaridi.

Come è noto le stelle cadenti non sono affatto stelle ma meteore, visibili di notte quando la terra nel suo moto orbitale attorno al sole attraversa l’orbita di una cometa che ha lasciato una scia di detriti. Entrando a contatto con l’atmosfera a una velocità di alcune decine di chilometri al secondo, questi piccoli frammenti di roccia sono bruciati per attrito con l’atmosfera, lasciando delle spettacolari scie luminose (ovvero le meteore, dette anche stelle cadenti).

Gli sciami sono fenomeni che ricorrono ogni anno attorno alla stessa data, perché la Terra attraversa la stessa zona di spazio ogni anno.

Le Bootidi sono una corrente irregolare che nel 1998 dopo decenni di inattività ha mostrato una inattesa ed eccitante apparizione (oltre 100 meteore/h) dovuta dal passaggio della Terra in una nube di residui della cometa Pons-Winnecke.

Sono visibili partendo dalla costellazione di Boote, dalla quale prendono il nome, appena sotto al Triangolo Estivo.

Per individuare le Scorpidi Sagittaridi, invece, a guidarci sono Giove e Saturno, entrambi poco distanti dalla costellazione del Sagittario.